EN IT ES

beata
Armida barelli

beata
Armida barelli

EN IT ES
EN IT ES

beata
Armida barelli

15 agosto 1952 – 2022

Ricordiamo la Beata Armida a 70 anni dal ritorno alla casa del Padre
stanza di Armida Barelli alla Villa di Marzio (Varese)

L’ultima tappa della vita di Armida Barelli ne ha fatto risaltare tutta la fede e tutto il coraggio. La paralisi bulbare che l’aveva colpita era ed è una malattia terribile che conduce a poco a poco al soffocamento.

Barelli affrontò la malattia “dalle mani di Dio” come la sua fede, la sua speranza e la sua carità domandavano. I primi sintomi erano comparsi nel settembre del 1949. Muore a Marzio all’alba della solennità dell’Assunta, 15 agosto 1952

Agostino Gemelli scrisse sul momento della sua morte: “Armida Barelli quando con la mano mi salutò per l’ultima volta, poche ore prima di morire, sorrise. Forse il Signore le aveva già fatto capire che l’attendeva di lì a poco la gioia di vederlo faccia a faccia. Ed era questo il compenso di una vita spesa esclusivamente per Lui.”

_____________________

La memoria liturgica è stata definita il 19 novembre, giorno della sua consacrazione e della nascita dell’Istituto secolare delle Missionarie della regalità di Nostro Signore Gesù Cristo, nel 1919.

Preghiamo per la sua canonizzazione.
ITESEN

Rinnoviamo il nostro impegno per la RACCOLTA SOLIDALE promossa il giorno della beatificazione.

 

Comitato di canonizzazione
Beata Armida Barelli

Via della Conciliazione, 1 – 00193 ROMA
info@armidabarelli.net

Fondazione Azione Cattolica scuola di santità Pio XI

© 2021

Comitato canonizzazione
Beata Armida Barelli

Via della Conciliazione, 1 – 00193 ROMA
info@armidabarelli.net

Fondazione Azione Cattolica scuola di santità Pio XI

© 2021